BONUS “ASSISTENTI FAMIGLIARI”


Di cosa si tratta?

Il Bonus “Assistenti Famigliari” è un’iniziativa finalizzata a diminuire il carico oneroso delle spese previdenziali e a garantire alle famiglie maggiormente vulnerabili con presenza di componenti fragili, la possibilità di accedere alle prestazioni di assistenti familiari qualificati e con forme contrattuali e condizioni lavorative in linea con la normativa di settore.  

Caratteristiche:

Il Bonus “Assistenti familiari” è un contributo al datore di lavoro calcolato per un anno sulle spese previdenziali della retribuzione dell’Assistente familiare (contributo massimo 50% delle citate spese e comunque non superiore a € 1.500,00) definito in base al “Prospetto riassuntivo dei contributi dovuti” redatto dall’INPS.

 

Chi può partecipare?

I destinatari sono:

  • i datori di lavoro che sottoscrivono il contratto dell’assistente familiare
  • la persona assistita o un componente di famiglia vulnerabile con presenza di una persona fragile, non obbligatoriamente convivente, in possesso dei seguenti requisiti:

 

- ISEE uguale o inferiore a € 25.000;

- contratto di assunzione di Assistente familiare con caratteristiche di cui all’art.7 della l.r. 15/2015;

- residenza in Lombardia da almeno 5 anni.

Si precisa che non è ammissibile alla misura la persona fragile già destinataria delle misure B1 e B2 del Fondo Nazionale per la non autosufficienza (FNA).

 

Come partecipare?

 

La domanda deve essere presentata dal Datore di lavoro dell’Assistente familiare obbligatoriamente in forma telematica a partire dalle ore 12 del 10 aprile 2019, pena la non ammissibilità, per mezzo del Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo di Regione Lombardia: www.bandi.servizirl.it.

 


Collegamenti:
bonus assistenti famigliari

Documenti allegati:

Area Tematica e Ufficio: